SEARCH
it | en |

Vetogene

Vetogene, Spin Off dell’Università di Milano, è una società nata nel 2003 che si occupa di ricerca e di servizi innovativi impostati sull’analisi del DNA degli animali e si propone come collaboratore tecnico e scientifico dell’Università, Istituti Pubblici, proprietari di cani e gatti, associazioni e Gruppi cinofili, allevamenti e Strutture Veterinarie, anche a livello Internazionale.
Al progetto Vetogene la cui sede si trova pressola Fondazione Filarete Milano (http://www.fondazionefilarete.com/en/startup_spinoff) aderiscono professori e ricercatori dell'Università degli Studi di Milano, Facoltà di Medicina Veterinaria, altamente qualificati nelle ricerche genetiche e comportamentali degli animali d'affezione.

Recentemente Vetogene si è affidata a BioRep per la realizzazione di un nuovo progetto riguardante lo stoccaggio di seme canino e la conseguente creazione di una banca del seme.

Il seme crioconservato viene sempre più spesso utilizzato per l’inseminazione artificiale degli animali d’affezione e per la salvaguardia di materiale genetico di specie rare e razze pregiate. Infatti, gli spermatozoi possono essere preservati per un tempo praticamente indefinito con il congelamento in azoto liquido (-196°C). Nel caso in cui il maschio e la femmina risiedano in paesi diversi, la conservazione del seme consente di evitare lo spostamento degli animali e l’inseminazione artificiale può essere eseguita con seme conservato e spedito nel luogo di residenza della femmina.

Nell’ambito del progetto che vede coinvolte Vetogene e BioRep, la prima provvederà alle procedure di congelamento del seme e BioRep rappresenterà il sito stoccaggio.

Il trattamento di conservazione prevede una diluizione con terreni che preservino la vitalità e l’integrità funzionale degli spermatozoi durante l’esposizione a temperature non fisiologiche. Quindi il seme è confezionato in straws, opportunamente etichettate e catalogate mediante l’utilizzo di codici a barre realizzati e forniti da BioRep, ed allocate in visotubi. BioRep provvederà al trasferimento del materiale biologico all’interno di contenitori adeguati per il trasporto in vapori d’azoto presso la propria sede.
In BioRep il materiale biologico verrà posizionato in una tank dedicata, collegata al sistema di monitoraggio e controllo attivo 24h su 24h. Lo stesso sistema di monitoraggio e controllo provvederà alla comunicazione di eventuali allarmi al personale BioRep reperibile 24h su 24, 7 giorni su 7, 365 giorni all’anno.